Adios muchachos

E allora. Queste sono le ultime cose che scriviamo su Quattroeunquarto. Ne abbiamo scritte così tante, e da tanto tempo, che chiunque fosse arrivato qui di recente non avrebbe saputo dare un senso al nome, Quattroeunquarto, per esempio. Io mi sono divertito. Rispetto a Wittgenstein, il mio weblog, c’erano due differenze: la prima è che mi pagavano, e la cosa … Continua a leggere

Lame rotanti

Lo so che prima o poi ci avete pensato tutti: ragione di più per metterlo per iscritto, infine. Perché diavolo agli aeroporti ci sequestrano quelle tonnellate di forbicine (a proposito, come fanno i parrucchieri delle dive in trasferta?), e poi sull’aereo ci danno elegantemente da mangiare con delle posate di metallo? C’è di mezzo la lobby delle forbicine? E poi, … Continua a leggere

Cose primarie e cose secondarie

Ci sono due ragioni per cui Quattroeunquarto non commenterà lo svilupparsi delle primarie del centrosinistra invocate ieri dal favorito nelle primarie. La prima ragione è che mi siederò qui e starò a guardare, curioso e disposto a essere smentito, ma non scommetterei una lira sul fatto che le primarie si svolgano davvero. Mi rallegrerò di essere smentito. La seconda è … Continua a leggere

In galera!

Ho lasciato passare un paio di giorni, prima di parlare ancora di galera, perché capisco che sia un argomento seccante, un po’ sgradevole, soprattutto durante le vacanze. E mi rendo conto che si tratti di una cosa che riguarda me e la mia famiglia, e non sia giusto coinvolgere le persone che hanno altri pensieri nei nostri piccoli interessi personali. … Continua a leggere

Quel che unisce

Ho cambiato idea. Sono uno di quelli che ha banalmente sempre rimproverato allla sinistra italiana di aggregarsi e far politica solo contro Berlusconi e la presente maggioranza, senza far progetti o darsi un’identità sensata. Non che pensi che le cose stiano diversamente. È solo che ho realizzato che è impensabile che tutta la sinistra si metta insieme intorno a un … Continua a leggere

Galera

Oggi copio dal Foglio: "Nessuno tocchi Caino chiede attenzione per il detenuto Pazienza Al direttore – Mi scusi se ogni tanto la uso come casella postale pubblica per portare a conoscenza di chi di dovere casi di varia umanità penitenziaria altrimenti destinati al silenzio, alla solitudine e alla disperazione di una cella. Mi sono rivolto a lei l’ultima volta un … Continua a leggere

Promemoria

(l’ho già scritto altre volte, ma per correttezza segnalo ancora a tutti che quando ricevo dei commenti che giudico molto idioti – non idioti e basta, quelli restano – li faccio fuori)

Bravi cittadini

Vedo che qualcuno ha ritenuto di rispondere qui a una cosa che avevo scritto su Wittgenstein: Anime pie C’è in giro gente un po’ seccata che Annamaria Franzoni non sia stata sbattuta subito in galera, dopo il primo grado Diciamo che sorvolo sul desiderio di galera che laddove non soddisfatto provoca dolore terribile e devastanti fastidi per chi lo prova. … Continua a leggere

C’è cafone e cafino

Cito qualche notizia vecchia, in questi giorni, perché ero via e mi sono rimaste in archivio. Prima di partire avevo letto un commentino di Michele Serra sulla storia dei “turisti d’altissimo bordo che occupano cale e calette della Sardegna con i loro panfili per fare comodi loro, spesso violando regolamenti di tutela ambientale e sempre violando la discrezione e il … Continua a leggere

Esteri

Non ne facciamo scandalo. Però la questione è rilevante. I quotidiani italiani trattano l’attualità internazionale in tre modi. Incaricando i loro redattori di riscrivere delle notizie e degli articoli che leggono sui giornali stranieri. Incaricando i loro inviati di scrivere qualcosa da dove si trovano, e ottenendo che gli inviati riscrivano degli articoli che leggono sui giornali in loco. E … Continua a leggere