La parola a zzzz…

Per completare una due giorni sui luoghi esteticamente deprimenti, in cui la funzione è fin troppo privilegiata sulla forma, vorresi segnalare il drammatico caso della sale conferenze. Già le conferenze e i dibattiti sono spesso noiosi (“no, il dibattito, no…”), ma avete presente il repertorio estetico che li circonda inevitabilmente? Lo schermo alle spalle degli oratori, le sedie di plastica … Continua a leggere

Vampiri della domenica

Lasciamo perdere quelli per cui il brunch è una scusa per sentirsi up-to-date, anche se la date è del secolo scorso. E lasciamo perdere quelli per cui il brunch è una scusa per indignarsi e prendersela con qualcuno, nella fattispecie quelli che abbiamo lasciato perdere per primi. Veniamo a noi che la domenica ci piace pranzare fuori, e in modo … Continua a leggere

La diversità vuota

Stimo Marco Follini e alcuni parlamentari del CCD (solo alcuni) persone più intelligenti e perbene della media dei loro colleghi della maggioranza. A lungo, in molte occasioni, si sono presentati come il volto ragionevole ed equilibrato del Polo, cercando di smarcarsi dalle mattane leghiste, dalle piccolezze forziste, dalle rigidezze di AN. Le loro intimazioni a una maggior dignità istituzionale sono … Continua a leggere

Due domande su Yassin

Mi pare che sull’uccisione di Yassin si stiano eccitando passioni piuttosto superficiali, da diverse parti. Anche Claudio Sabelli, che ha cercato di tenere i piedi per terra, ne sta pagando il prezzo in agitate discussioni con i frequentatori del suo sito. Io credo che la questione sia da ridurre a due domande, e che tutto il resto siano fesserie di … Continua a leggere

Piesse

Aggiungo una postilla a ciò che ho scritto ieri, perché ho lasciato evidentemente spazio a un’ambiguità ripresa da qualcuno. Il ragionamento per me vale anche per l’Italia, assolutamente. Il fatto che la natalità qui sia più bassa che nella maggior parte degli altri paesi, mi pare un ottimo segno da tenersi stretto e su cui non abbassare la guardia. Credo … Continua a leggere

Gli sciagurati della procreazione

Dovrei esporre il concetto più diffusamente, perché mi pare fin troppo taciuto. Ma per ora lascio solo un appunto. Io, in un mondo come questo, in cui la stragrande maggioranza dei problemi sociali e ambientali sono riconducibili al fatto che siamo troppi, quelli che – da Ruini a Rutelli – continuano a invocare figli e figli, li trovo degli incoscienti … Continua a leggere

I migliori anni della nostra vita

Una ricerca sulla qualità della vita in Gran Bretagna ha stabilito che l’anno in cui gli inglesi vivevano meglio è stato il 1976: meno inquinamento, meno delinquenza, e altri criteri così. I giornali ne hanno parlato e discusso molto. Si sono ritirate fuori tutte le cose che si facevano allora, qualcuno ha obiettato che in realtà l’economia andava male e … Continua a leggere

La posta di Quattroeunquarto

Oggi, risposte ai lettori, con la consueta familiarità. "Guarda che il terrorismo non ha mai fatto,e sottolineo mai, il gioco delle destre". Delle volte penso che mi prendiate in giro. Stai dicendo sul serio? "e quindi zapatero avrebbe dovuto dire un’altra cosa, magari opposta, magari contraddicendo se stesso, per il puro piacere di dire quello che i terroristi non avrebbero … Continua a leggere

Anglosassone

I luoghi comuni, si sa, sono quasi sempre veri, poi. Quando invece cominciano a non avere più nessun rapporto con la realtà, è quindi una cosa che mette comunque di buonumore. Prendete per esempio, quello che oggi ha scritto – ennesimo – Eugenio Scalfari su Repubblica: "nella cultura politica anglosassone la menzogna è un peccato politico intollerabile". Tra poco lo … Continua a leggere

Sulla Spagna

La prima cosa che penso della strage di Madrid e delle elezioni spagnole, l’ho scritta ieri (oggi Giuliano Ferrara scrive di un atteggiamento "eticamente ineccepibile" di Aznar: Giuliano Ferrara mi ha però insegnato che le elezioni non si vincono con l’etica, ma con la politica). La seconda cosa che penso della strage di Madrid e delle elezioni spagnole l’ha scritta … Continua a leggere